Oggi raccolgono tartufo fresco, lo stoccano e in parte lo trasformano. Ma è da quando sono piccoli che Mauro e Fabio Sferra, due fratelli originari di Carovilli (IS), hanno la passione per il bosco e tutti i frutti che vi si trovano. Uno fra tutti, il più prezioso, il più richiesto, è il perno della loro attività da adulti. Da circa 6 anni hanno messo in piedi la “Tartufi Sferra“, azienda a conduzione familiare, che si occupa di commercializzazione di tartufo fresco e prodotti da esso derivati, come creme al tartufo, burro, carpaccio, olio, formaggi.

IMG_20160610_141546-01

Tutte produzioni con un unico protagonista, il principe del bosco molisano. Trattano rigorosamente prodotto regionale, stagionale, con il massimo rispetto che si deve all’ambiente e alla natura, insegnato loro dal papà, ex ispettore del Corpo Forestale dello Stato. Mauro e Fabio però non si accontentano di commercializzare e trasformare, vogliono offrire una esperienza turistica che ruota a 360 gradi attorno al tartufo. Come? Nel giro di alcuni mesi riqualificheranno un casale in provincia di Isernia, in un terreno nei dintorni effettueranno un rimboschimento con piante micorizzate e creeranno una tartufaia controllata.

IMG_20160606_134236

Chi vorrà potrà pernottare presso la struttura e scegliere una formula ricettiva per fare esperienza diretta di cavatura del tartufo, accompagnati da un cavatore esperto che illustrerà le operazioni. Una formula “cerca e mangia” perché i tartufi trovati potranno essere utilizzati, ad esempio, nella cucina della struttura, da chi li caverà. L’esperienza potrà essere anche “selvatica”, condotta in un bosco naturale. In questo modo i turisti non si limiteranno a degustare ma impareranno a conoscere il complesso mondo del tartufo, vivendo concretamente il percorso che va dalla terra alla tavola e capendo che quello che arriva sulla bruschetta, sulla pasta o sull’uovo fritto è un pezzo di ecosistema, non un semplice fungo.

Altre informazioni sulla “Tartufi Sferra” le trovate cliccando qui.

(Fotogallery – I prodotti)

3 thoughts on “Il mondo del tartufo a 360 gradi, in arrivo un’esperienza unica targata “Tartufi Sferra”

  1. Finalmente il Molise comincia a farsi conoscere con il tartufo grazie a questi 2 stupendi e giovani imprenditori del settore tartufi. I miei auguri di buon successo. Michelino.

Rispondi a Redazione Annulla risposta